DIVENTARE BALLERINO IN ITALIA

DIVENTARE BALLERINO IN ITALIA

BAC WELLNESS

DIVENTARE BALLERINO IN ITALIA

È difficile affacciarsi a questa professione in Italia?

VALENTINA STOCCHI

VALENTINA STOCCHI
DANZA MODERNA & CONTEMPORANEA

La danza oggi

Condividi su Condividi su Facebook Condividi su WhatsApp

Vi dico subito che la risposta a questa domanda è: assolutamente si!
Ma vorrei anche subito aggiungere che, attualmente, è impegno faticoso affacciarsi a tutte le professioni. Tuttavia, se si parla di danza in assoluto, in Italia i lavori disponibili sono pochi e i professionisti tanti. Difficile fare un percorso lineare e inoltre la gavetta, che a mio avviso è una fase obbligatoria per ogni figura professionale, sembra sempre più lunga.

Ma entriamo in merito alla questione: essere ballerino in Italia e come affacciarsi a questa professione.
Secondo me le fasi sono (fidatevi!) le seguenti:
- prepararsi alla professione (studiare di continuo ed essere altamente preparati, è fondamentale formarsi come ballerino nel modo giusto)
- gavetta (che ci serve per tenere a mente sempre e per sempre da dove si è partiti per apprezzare i traguardi e rimanere sempre con i piedi per terra ed è inoltre una bella scuola per formare il carattere “giusto”)
- affacciarsi alla carriera con dedizione, impegno, rispetto e testa sulle spalle
- godere dei successi ottenuti e proseguire a lavorare con impegno SEMPRE!

Una volta pronti per essere un ballerino professionista e quindi vivere di questo, l’iter è quello di fare audizioni per essere scritturato. Per lavorare dove? Ovunque sia possibile. In programmi televisivi, videoclip, eventi, stagioni in crociera o villaggi turistici. E magari teatri. Perchè sicuramente diverse testimonianze ci dicono che vivere di danza si può ma bisogna sapere che solo una piccola parte riesce ad emergere e mantenersi in un contesto puramente artistico in forma stabile e inoltre la carriera del ballerino è relativamente breve, poiché è molto raro che continui oltre i quaranta anni.

Molto spesso infatti con il tempo si diventa maestri e coreografi, insegnando in una scuola di danza già avviata oppure aprendosi un’attività propria. Poi, se si è bravi e fortunati, si riesce anche a prendere in gestione la Direzione artistica di un Teatro che per noi ballerini rimane il posto più bello dove insegnare e ballare!

Veniamo infine alla questione del perché in Italia non si riesca a fare un percorso lineare come in altri Paesi. E qui la nota dolente. Molto spesso meritocrazia e preparazione non vanno di pari passo. Sovente negli anni mi è capitato di vedere sempre gli stessi ballerini scritturati tra le varie produzioni … perché? Perché conosciuti nell’ambiente.

Come potrebbe cambiare la situazione?
Per esempio ritornando alla trasparenza quando si fanno i casting, passando attraverso un’audizione con la visione di tutti i ballerini per passare poi a un’accurata fase di selezione. Come accade in tutto il mondo. Ma bisogna ahimè adattarsi anche a quello che abbiamo in Italia e alla modalità del nostro Paese che amiamo tanto ma non è perfetto…e quindi il mio consiglio è di fare sempre tutte le audizioni e mettersi costantemente in gioco per farsi conoscere da tutti i maestri e coreografi.

Più sei nell’ambiente, più si ricorderanno di te e prima o poi l’occasione giusta ci sarà.
Non perdete le speranze!
Di seguito vi lascio un link di un video un po’ datato ma che vale la pena vedere, pochi minuti che spiegano un po’ la vita del ballerino professionista di livello internazionale


Condividi su Condividi su Facebook Condividi su WhatsApp

Dicembre 2020 © BAC|Wellness

BAC Wellness

BAC Travel International Srl
Via Monte Giberto, 29
00138 Roma IT
PI/VAT IT 03598971004

+39.06.8852.0243
segreteria@bacwellness.com
GoogleMaps

 

BAC Wellness

Seguici nella nostra pagina Facebook. Premi MI PIACE e non perderai più nessuna notizia.

Facebook page


Precedente